Archive for the 'Hi-Tech' Category

Incredibili idee per PC del futuro

Vi siete mai chiesti come appariranno i computer in futuro?

Date un occhio a queste immagini, frutto del ‘PC Design Contest 2007’ sponsorizzato da Intel Korea e Samsung. Tra i 644 PC in gara, solo 6 hanno vinto, soddisfacendo i requisiti di praticità ed essenzialità del design.

Continua a leggere ‘Incredibili idee per PC del futuro’

RiflettoTv – Arriva gratis la nuova Televisione via Web!

Anche la televisione arriva sul Web, gratis e di alta qualità.
Questa volta non parlo di servizi come Joost e Babelgum, che hanno bisogno dell’installazione di un client per funzionare, ma di un sito web, RiflettoTv.It.

Direttamente dal sito è possibile guardare in streaming otto canali tematici:

Canale 1 – Scienza
Canale 2 – Viaggi
Canale 3 – People
Canale 4 – Gastronomia
Continua a leggere ‘RiflettoTv – Arriva gratis la nuova Televisione via Web!’

Usb 3.0 – 10 volte più veloce, in arrivo entro il 2009

Non si può nascondere che l’USB, nonostante sia un semplice connettore, è una delle più importanti e utilizzate tecnologie nel campo dei Computer mai inventate, che ha portato una grande rivoluzione nel campo dell’informatica, basti pensare che fino ad ora sono stati prodotti circa 6 miliardi di connettori.
Ha sostituito ormai definitivamente i lenti cavi seriali e paralleli con una presa veloce, universale e standard che permette di collegare anche molte periferiche al Computer senza rendere mai necessario riavviare.

Beh, ci sono grandi novità  🙂

L’ USB 2.0 può essere considerata già abbastanza veloce, tuttavia con la diffusione dei video ad alta definizione e di conseguenza con i file che diventano sempre più grandi, si potrebbe cominciare ad avere qualche problema.
Ed ecco che interviene la nuova versione, USB 3.0, che aumenta la velocità di trasferimento da 480 Mb a ben 4.8 Gb, 10 volte più veloce della versione attuale.

Il nuovo standard, che è stato recentemente presentato, utilizza un cavo ottico, ma lo stesso connettore, che garantisce la retro compatibilità con i vecchi formati USB e promette migliore efficienza e meno richiesta di potenza, in modo da diminuire l’utilizzo di energia sui portatili.

Le ultime indiscrezioni saranno rese note per l’inizio del prossimo anno, già si parla di una possibile data di rilascio sul mercato entro il 2009.
Inoltre si sta sviluppando molto rapidamente una nuova tecnologia, chiamata wireless USB, che prevede l’abbandono dei cavi per la comunicazione tramite onde radio.
Una prima specifica wireless USB è già stata standardizzata e alcuni dispositivi sono già in commercio.

Non ci resta che aspettare 😀

Tutto quello che c’è da sapere su “Android”, il nuovo progetto di Google

E’ ormai da un po di tempo che si vocifera l’uscita di un nuovo terminale lanciato da Google, ma fino a qualche giorno fa c’è stata molta confusione in merito.
Le suggestioni di un Google Phone erano talmente forti che nella “conference call” seguente all’annuncio il team di Google ha dovuto ripetere a più battute che non ci sarà un telefonino sul mercato, bensì una nuova e rivoluzionaria piattaforma software per dispositivi mobili che permetterà agli utenti di navigare come se si trovassero a casa: nome in codice “Android“.

Perchè è più rivoluzionario rispetto a un eventuale “Googlefonino”?
Questa potente piattaforma sarà la struttura di migliaia di modelli di telefoni diversi.

Di cosa ha bisogno quindi uno smartphone che vorrà adottare Android? Le indicazioni di Google sono chiare:
I “Gphone” dovranno essere dotati di videocamera, tecnologia Wi-Fi (che permetterà l’accesso ad internet attraverso le reti senza fili), compatibilità con lo standard di trasmissione dati 3G (UMTS) e sistema di rilevazione satellitare (GPS).
Caratteristiche che ormai si trovano nella maggiorparte dei terminali di media-alta qualità, e che si spera possano essere in breve integrate anche all’interno di cellulari meno costosi.

La nuova piattaforma Android si baserà sul sistema operativo open source Linux e sul linguaggio Java e sarà disponibile negli Stati Uniti e in Europa dalla seconda metà del 2008.
La scelta di adottare un sistema operativo OpenSource potrebbe proiettare in maniera prepotente Linux nel mondo della telefonia mobile.

Android integrerà un’interfaccia personalizzabile, un servizio di messaggeria e tutte le applicazioni attualmente fornite da Google, come Google Earth, Google Maps e la suite office di Google.
Lo scopo è quello, ambizioso a dir poco, di trasformare qualsiasi smartphone dotato delle caratteristiche necessarie in un vero e proprio mini-computer, in grado di svolgere tutte – o quasi – le funzioni normalmente svolte dal pc di casa, rendendo l’esperienza “desktop-like“.

Ecco come ce lo presenta Sergey Brinn in persona:

Dal video emerge una piattaforma disponibile su più modelli di cellulari, in grado di svolgere moltissime funzioni, dalla semplice navigazione internet al servizio Google Maps.
Cose già viste, certo, ma si guarda a questo nuovo progetto di Google come qualcosa di davvero rivoluzionario.

E’ stato inoltre rilasciato l’ Sdk (Il System Kit Development) di Android ed indetto un concorso che premia con 10.000.000 di $ chi riuscirà a realizzare la migliore applicazione per i nuovi “G-Phone”
Il concorso è aperto a tutti, tranne che ai residenti in Italia.Ovviamente.

Il New York Times ha citato:

“Android mostrerà a milioni di utenti il vero potenziale della tecnologia mobile, che finora non è stato sfruttato appieno. Cambieremo il modo in cui le persone condividono le informazioni. Per sempre”.

Staremo a vedere 🙂

Via | Levysoft

I Migliori 10 Software di File Sharing

C’è chi critica aspramente il P2P perchè può violare il copyright e uccide e interviene in maniera catastrofica sull’industria della musica e sui diritti d’autore in generale, e chi difende i sistemi di file sharing perché sostiene che essi offrono qualcosa che il mercato non mette a disposizione, lamentandosi soprattutto della bassa qualità dei brani acquistabili su iTunes e dei prezzi eccessivi dei Cd e dei DvD.

Purtroppo entrambe le considerazioni sono esatte, e difficilmente si potrà giungere a un compromesso.
Intanto volevo fornirvi un elenco dei migliori software di file sharing in giro per il mercato, per sciogliere ogni eventuale dubbio

D’altra parte, il 90% del traffico internet è P2P 😉

µTorrent è un efficiente client BitTorrent, un sistema efficiente per distribuire lo stesso file verso il maggior numero di utenti disponibili sia che lo stiano prelevando (download) che inviando (upload),disegnato per Windows. Per funzionare bene non richiede requisiti particolari, se non tanto spazio sull’Hard Disk. Ha molte delle caratteristiche degli altri client BitTorrent, incluso una toolbar grafica e una barra di stato molto intuitiva.
Semplice e Funzionale al 100%.

StrongDC++ è un client gratuito per condividere file nella rete Direct Connect. E’ basato su CZDC++ e ha un limitatore di velocità di Download/Upload, una funzione per il download sicuro e altre caratteristiche interessanti. StrongDC++ è Open Source, è possibile quindi scaricare il codice sorgente e modificarlo a proprio piacimento.
Consigliato ad utenti abbastanza esperti.

eMule è eMule. Non penso ci sia altro da dire sul più utilizzato client di file sharing, se non che si trova praticamente tutto, è semplice da utilizzare, gode di un’ottima community alle spalle, e una volta configurato come si deve, schizza 😀
Il 90% del creato, è su eMule.
Ovviamente non aspettatevi di cominciare subito a scaricare a velocità folli da subito, la logica da seguire è “Più tempo stai connesso e più fai scaricare, più velocemente scarichi”.
Il migliore.

LimeWire è un client di file sharing che utilizza la rete Gnutella disponibile per windows, Mac, OSX, Linux. Permette di ricercare più file contemporaneamente, è veloce, semplice da usare e OpenSource, il sorgente è prelevabile e liberamente modificabile da tutti. Alcuni per cause non ben definite lo ha soprannominato “LoLimewire”
Sconsigliato per un uso continuo.

Soulseek è un software libero da pubblicità, spyware, progettato esclusivamente per la condivisione dei file. E’ un ottimo Software P2P per cercare soprattutto musica, ed è stato creato da un ex progammatore di Napster, Nir Arbel. E’ completo di una “RoomChat” nella quale è possibile parlare con gli altri utenti, ma essendo soprattutto stranieri, non la reputo molto utile.
Ideale per scaricare Musica.

Azureus implementa protocollo BitTorrent utilizzando il linguaggio Java. Contiene molte features adatte sia ai principianti che agli utenti più esperti. Download di più torrent contemporaneamente, limitatore di velocità di Upload e Download, regole avanzate per scegliere da chi scaricare, e utilizza una sola porta per il download di tutti i Torrent. E’ completato inoltre da molti Plug-in utili e supporta molte lingue diverse.
Validissimo client BitTorrent.

Shareaza è un client P2P che supporta le reti Gnutella2, Gnutella, eDonkey2000 (eMule), HTTP, FTP e il protocollo BitTorrent. Ha la caratteristica di poter scaricare nello stesso momento parti dello stesso file anche da reti diverse. Attualmente è il software di file sharing più sofisticato che si trova in giro per il Web.
Un Ottima alternativa ad eMule.

Ares è un client di file sharing gratuito, che permette agli utenti di trovare qualsiasi tipo di file digitale. E’ fornito di una libreria molto organizzata, corredata di un player audio/video di ottima qualità. Interessante la caratteristica di continuare a ricercare utenti da cui scaricare file anche a download iniziato, per aumentare la velocità di download.
Consigliato per condividere esclusivamente file digitali.

BitComet è un altro famoso client BitTorrent, veloce e semplice da utilizzare, supporta più download simultanei, ha un sistema per gestire la coda di download, riavvio veloce, un sistema di port mapping, peer exchange e Filtro IP. BitComet è disponibile in 43 differenti lingue e l’attuale release è associata ad un player di buona qualità, BitComet FLV Player.
Ottimo Client BitTorrent, completo di tutto.

KCeasy è un client P2P progettato esclusivamente per Windows, che grazie ad un plugin permette di cercare attraverso più reti di file sharing. Con KCeasy è possibile trovare tutti i file sulla rete Gnutella, Ares and OpenFT. Esistono delle altre versioni, chiamate diversamente ma dal funzionamente molto simile, che possono essere utilizzate su sistemi operativi diversi da Windows.
Semplice da usare, non consigliato per un uso continuo.

L’iPhone tra le mani – Impressioni di un pomeriggio passato insieme all’amico iPhone 8gb :D

La visita a casa della cugina si è rivelata più fruttuosa del previsto.
Parlando del più e del meno siamo andati a finire sull’argomento “Telefonino”
Inconsapevole delle conseguenze, ha detto, con la candida espressione di chi ti sta prendendo per il culo, o più semplicemente di chi non sa cosa ha tra le mani:

“ah lo sai poi mi hanno regalato l’iPhone..”

La risata derisoria è stata inevitabile, seguita immediatamente da esclamazioni e pensieri a scopo ludico-sbeffegiatorio.

“Ma forsi intendi l’iPod?ah si anche io ne ho uno!”
“Nono vallo a prendere sta nella tasca laterale della borsa”

Carico di scetticismo, prendo la borsa, apro la tasca laterale, noto un oggetto non ben identificato.
In un attimo mi sono ricreduto.
No, non mi stava prendendo per il culo.

Il tempo di farmi spiegare come l’aveva ricevuto, e di rivolgerle una ventina di domande sull’ Aifon, eludo la sorveglianza e mi ritiro nell’eremo, meglio conosciuto come “stanza del piccì.”


In preda al narcisismo, scatto la foto che vedete qui sopra in compagnia dell’amico, e subito comincio a maneggiare l’iPhone, in cerca di tutte quelle funzioni di cui si è tanto parlato negli ultimi tempi sul web.
Dopo circa 3 ore di diletto, posso, cercando di tornare serio per un attimo, esprimere qualche considerazione sul gioiellino di casa apple 😀

Esteticamente non c’è nulla da dire, se non che è Perfetto. Nonostante sia abbastanza grosso, è leggero sottile e  maneggevole.
Il touch screen e il movimento tra le varie sezioni è molto semplice, intuitivo, e soprattutto divertentissimo.
I pulsanti sono abbastanza grandi e non si hanno difficoltà nel premerli, tranne durante la navigazione, dove si può incontrare qualche piccolo intoppo nel digitare gli indirizzi, ma penso sia più che altro una questione di abitudine.

Per prima cosa ho aperto la galleria, le foto sono fatte bene, nulla di eccezionale per carità, è una semplice fotocamera da 2 Mp senza flash ne autofocus.
Quello che mi ha stupito è il sistema di visualizzazione delle immagini:
Basta far scorrere le mani sullo schermo per vedere quella successiva o precedente e  fare doppio click su di una parte della foto per zoomare. Muoversi all’interno della foto zoomata, utilizzando le mani, e semplice e divertente, inoltre il display si posiziona in base all’orientamento del telefono, davvero geniale.

L’iPhone rileva la rete wireless del mio router, collego e apro Safari, il browser di navigazione.
La home, Google, si carica in pochissimo tempo, digito cosi l’indirizzo del mio blog per vedere come se la cava con una pagina un po più pesante.
Il tempo di caricamento è breve, la pagina viene visualizzata interamente senza problemi, se non per il fatto che i video di YouTube sono contrassegnati da un piccolo punto interrogativo, non so ancora il perchè.
Facendo doppio click sullo schermo è possibile, cosi come per le fotografie, zoomare e  muoversi all’interno della pagina.
Provo ad aprire altre pagine, controllo la posta su Gmail, il sito della Apple e Repubblica. Nessun problema.
Anche il test di navigazione sembra dunque superato alla grande.

La sezione iPod inclusa nell’iPhone funziona perfettamente, posizionando il display in orizzontale è possibile scorrere le copertine degli album, e la qualità audio anche senza cuffie è davvero buona.
E’ possibile tornare indietro nel menu lasciando la musica attiva in background.
Tra le varie icone del menu c’è quella YouTube, che apre una pagina del portale ottimizzata per la visualizzazione sull’iPhone.
Lo scorrimento tra i video è semplicissimo, sono mostrati in piccole anteprime sul lato sinistro dello schermo, e anche la visualizzazione è perfetta.
La Rubrica è ordinatissima e completa di tutte le informazioni, vita morte e miracoli, per ogni contatto.

Non mancano le applicazioni più disparate, più o meno stupide, aggiunte ovviamente dal proprietario dell’iPhone:
Un icona “Vista” che cliccata ci mostra il famoso “Blue Screen Of Death” ovvero la schermata blu di Windows di errore irreversibile che tutti, e dico TUTTI, conosciamo.
Un gioco che mostra un albero carico di foglie che devono cadere scuotendo l’iPhone, un altro che consiste nel condurre una pallina attraverso un labirinto guidandola con l’orientamento dello schermo & Much More.

Continuando nel Tour, ho notato un sacco di “sciccherie” (lo so che al 90% non si scrive così. ma non trovo sinonimo più adatto), che rendono l’iPhone davvero eccezionale, insomma è davvero un gioiellino, mi ha colpito..positivamente..e chissà che un giorno non decida di comprarlo.
Al momento costa sui 700 euro (sbrandizzazione per mettere la Sim italiana compres), e forse “la spesa non vale l’impresa”, si aspetta un calo dei prezzi e il lancio ufficiale in Italia 🙂

Intanto non mi resta che dire

Aifon > all 

Pen-Phone, il cellulare in una penna, è ora realtà..ma è davvero utile?

Sembra qualcosa di fantascientifico, come si vede nei film insomma, e invece:

E’ ancora un prototipo, il design è davvero elegante, e a breve dovrebbe essere lanciata sul mercato, mi sorgono solo alcune domande:
Gli sms?Come si scriveranno?
Capacità e durata della batteria?
La Sim dove si inserisce?
Io perdo un numero di penne ogni giorno variabile da 1 a5, e ne trovo altrettante..
E poi…

Girare per la città con una penna nell’orecchio…uhm..se la gente ci guarda strano, beh è comprensibile..

Meglio la cara e vecchia Bic 😀


Nuovo Blog! Click!

My E-mail

Pubblicato sotto licenza Creative Commons

Giusto per chiarire

Questo blog non è un essemmesse!

Who’s amung

visitor stats

Click!

Visitor’s Location

Flickr Photos

seroban's photos

seroban's photos

seroban's photos

seroban's photos

seroban's photos

Altre foto
maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Del.icio.us